Cosa c’è da sapere sui forni ad incasso

È giunta l’ora di dire addio al vostro caro vecchio forno ad incasso e oltre a dover procedere con l’acquisto del sostituto c’è anche da risolvere l’increscioso problema dell’installazione.

Sicuramente vi siete chiesti se è poi così veramente difficile questa piccola operazione o se può essere fatta con un po’ di buono e sano fai da te. C’è chi è disposto a pagare per non doversi imbarcare nell’installazione dell’elettrodomestico, ma c’è chi è disposto a calarsi nell’impresa.

Prima di procedere all’acquisto del nuovo forno è molto importante prendere le misure del vecchio forno….perchè? Semplice pur essendo costruiti con misure standard per essere adatti al vano di qualsiasi tipo di cucina, è importante sapere con precisione cosa acquistare.

Le misure standard più commercializzate sono due: 60 cm e 90 cm. La stragrande maggioranza dei forni in commercio rientra in una delle due categorie, ma sta prendendo piede anche la misura da 45 cm, ideata per cucine con spazi molto ridotti.

Questo tipo di forno non sostituisce il vecchio forno in quanto nei vecchi mobili non esiste un vano adatto a contenerlo. Quelle elencate sono le misure standard più diffuse ma è possibile trovare forni da incasso con caratteristiche diverse.

Come procedere all’installazione

Prima di iniziare ad installare l’elettrodomestico è necessario rimuovere il vecchio. Sicuramente avrete già fatto questo passo quindi procediamo all’installazione. L’installazione è uguale per tutti i forni e comincia allo stesso modo.

Il primo passo da compiere è il montaggio della spina al cavo di alimentazione che generalmente nasce sprovvisto avendo l’accortezza di montare una spina con la resistenza adeguata all’assorbimento massimo. Questo dato generalmente è indicato sul telaio del forno o nel manuale d’uso.

Fatto questo è consigliabile adagiare il cavo di alimentazione per evitare che sia collocato in punti soggetti ad alte temperature.

Procedete quindi ad inserire il forno nel vano avendo cura di garantire sempre una congrua areazione eliminando necessariamente la parete posteriore del mobile e ove possibile collocare il forno in posizione leggermente rialzata per lasciare il fondo del mobile libero.

Ultimi accorgimenti

Assicurarsi che tutte le componenti del mobile, quali pannelli, materiali collanti siano adatti per sopportare una temperatura di 100°C, infine nel caso in cui il forno sia dotato di tasselli laterali sul telaio, dopo l’inserimento del forno nel vano, è necessario aprire lo sportello per poter avvitare le viti nei fori della cornice del forno.

Dopo aver letto queste righe sull’installazione del fono ad incasso vi sarete resi conto che non si tratta di un’impresa titanica, ma semplicemente di un lavoretto che richiede più che grandi conoscenze del settore un po’ di forza e un piccolo aiuto da parte di un’altra persona. Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *