Benefici che si ottengono dall’utilizzo dai pesi per palestra

L’allenamento è un momento importante e bisogna farlo nel migliore dei modi. Se la vostra intenzione è quella di costruire la vostra piccola palestra, oltre ai vari attrezzi vi sarà utile avere i pesi da palestra.

I pesi da palestra o manubri sono molto importanti per favorire lo sviluppo della massa muscolare, perché permettono a causa della loro instabilità di aumentare la resistenza di alcuni gruppi muscolari.

In commercio si trovano diversi tipi di pesi con forme e pesi differenti in modo da poter essere utilizzati da una vasta utenza. Proviamo a conoscerne qualche tipo e a comprendere quanto siano importanti per il nostro corpo.

Meglio scegliere manubri classici o componibili?

I manubri classici o fissi sono i più diffusi nelle palestre. Il loro peso parte da 500 gr con carico variabile tra le coppie di 2 kg. Ciò è molto importante nell’allenamento in quanto un aumento di 2 kg aiuta lo sviluppo muscolare in modo progressivo senza sollecitare brutalmente la muscolatura.

Questi pesi sono costituiti da un unico blocco, non smontabile, di metallo oppure vi sono i modelli in plastica e gomma riempiti di sabbia. Perché sceglierli? Per la loro praticità e la loro resistenza, infatti non richiedono particolari attenzioni nell’utilizzo.

I manubri componibili come dice la stessa parola possono essere composti in base al peso che troverete più adeguato e sono molto comodi e pratici per l’utilizzo in casa in quanto occupano pochissimo spazio.

Generalmente sono composte da delle aste metalliche a cui vengono fissati pesi a forma di piastre con un sistema di sicurezza. In base al modello ci sono i set di piastre per comporre il manubrio secondo le vostre esigenze.

Vi sono poi manubri con lunghezza differente che consentono di inserire più pesi, un piccolo inconveniente di questo tipo di manubri è il fatto che durante l’esercizio le piastre potrebbero spostarsi leggermente.

Quali benefici si ottengono dal loro utilizzo?

Quando si pensa ai pesi da palestra subito nella nostra mente parte una sequenza di immagini di gente con muscoli enormi e molto sviluppati. Niente di più sbagliato! I pesi da palestra non hanno solo la funzione di accrescere la massa muscolare ma producono dei benefici a livello di diversi apparati.

Il corretto utilizzo dei pesi da palestra comporta dei miglioramenti sulla qualità della prestazione sportiva in primis. Poi innumerevoli sono i benefici che apportano al nostro corpo partendo dal rafforzamento di tendini e legamenti, dal miglioramento dell’apparato scheletrico, cardiovascolare, respiratorio, del sistema nervoso.

Inoltre l’allenamento con i manubri oltre all’aspetto estetico comporta una maggiore mobilità articolare e una maggiore coordinazione fisica. Cosa state aspettando? A casa o in palestra iniziate questo tipo di allenamento per trovare il giusto connubio tra bellezza e salute! Il vostro fisico vi ringrazierà.

Tappeti elastici: divertimento in piena sicurezza

L’avresti mai detto che puoi depurarti e divertirti impegnando pochi minuti al giorno? Ebbene sì, con l’utilizzo di un tappeto elastico. Questo particolare e divertente attrezzo è stato progettato negli anni ’70 dalla NASA che ne ha studiato i benefici.

Creatocome sistema che permettesse agli astronauti un rapido recupero della loro densità ossea e muscolare dopo essere stati nello spazio, il tappeto elastico è la migliore attività fisica che possiamo fare per il nostro sistema linfatico e per rinforzare le nostre ossa.

Infatti, tutto dipende esclusivamente dal movimento che facciamo durante l’intera giornata, dunque, svolgendo lavori o attività sedentarie, la linfa non circola e le tossine si accumulano e non vengono eliminate.

I saltelli ripetuti su un tappeto elastico mettono in funzione il drenaggio della linfa ed ogni cellula del nostro corpo si adatta a rispondere ad accelerazioni e decelerazioni.

Le mille utilità di un tappeto elastico: che ne diresti se riuscissi anche ad eliminare quei fastidiosissimi segni della cellulite?

Saltellando, saltellando, le cellule di scarto stagnanti nei glutei e nelle cosce si sciolgono contribuendo a un buon drenaggio e portando, col tempo, a un consistente miglioramento della cellulite e dei cuscinetti che spesso si formano per carenza di liquidi o scarso esercizio fisico.

Inoltre, come accennato prima, gli esercizi sul tappeto elastico sono un toccasana per rafforzare le tue ossa!

Come scegliere il tappeto elastico perfetto per voi?

Oggi, sul mercato, sono disponibili infite varianti di trampolini elastici, in infinite misure e con diverse peculiarità, per far si che si adattino perfettamente sia a spazi al chiuso che all’aperto.

La prima cosa da fare è pensare a ciò di cui si ha bisogno, in modo da trovare il tappeto elastico più adatto a soddisfare le proprie esigenze e quelle di coloro che lo utilizzeranno, tenendo ben presente che, se dovesse trattarsi di bambini, sarà assolutamente indispensabile scegliere un modello di trampolino provvisto di rete di protezione.

Per garantire una maggiore sicurezza, dunque, la rete protettiva dovrà essere montata tra il tappeto di salto e le molle, diventando così una vera e propria barriera che impedirà di infilare accidentalmente gli arti nella zona delle molle.

Dovendo scegliere, meglio pensare a soddisfare tutta la famiglia!

È consigliabile, dunque, orientarsi su di un prodotto di buona qualità ed ottima fattura, tenendo sempre presente che, nello scegliere la misura di tappeto elastico è meglio orientarsi verso qualcosa di più grande, cosicchè tutti coloro che vorranno utilizzarlo protranno farlo in sicurezza ed allegria per diversi anni a venire!

Infine, un altro fattore da considerare è lo spazio; assolutamente necessario e previdente, dunque, decidere dove poter posizionare il tappeto elastico. Se si ha abbastanza spazio in giardino si è veramente fortunati: tutto ciò che si può fare all’aria aperta è sicuramente più salutare e divertente.

In questo caso, avanti all’acquisto di un tappeto elastico da poter posizionare in giardino si ha la possibilità di comperare un tappeto con un buon diametro che garantisce, quindi, migliore stabilità ed una superficie di salto molto ampia. L’ampiezza del tappeto è importante anche per offrire una maggiore libertà nei movimenti, nel gioco e nei molteplici salti.

Perché scegliere la panca multifunzione e come utilizzarla?

Molte persone sognano di mantenersi in forma, alcune preferiscono andare in palestra, altre per questione di tempo sono costrette a rinunciare a tale attività o semplicemente decidono di ricavare in un angolo della propria casa il posticino dedicato allo sport.

Uno degli attrezzi che non può mancare è la panca multifunzione, attrezzo come dice lo stesso nome multifunzionale, che consente di allenare diversi muscoli del corpo con l’utilizzo di un unico dispositivo.

Il vantaggio numero uno della panca multifunzione è la possibilità di allenarsi con un unico attrezzo di dimensioni ridotte, molto facile da adagiare in casa e poco ingombrante.

La scelta della panca deve essere commisurata alla corporatura e al peso dell’utilizzatore, in commercio infatti vi sono differenti modelli dai più elementari a quelli più evoluti col sistema a carrucola che consentono un ottimo allenamento.

Grazi alla sua funzionalità è possibile fare svariati esercizi. Innanzitutto è necessario seguire un programma adatto alle vostre esigenze… per iniziare un buon allenamento comunque è necessario conoscere già l’attrezzo con le sue varie funzioni, quindi è preferibile procedere all’acquisto dopo aver preso un po’ di confidenza in palestra, sotto la guida di un personal trainer.

Grazie al suo schienale reclinabile è possibile allenare in diversi modi i muscoli degli arti ottenendo dei risultati invidiabili. È possibile poi utilizzare la panca palestra con i vari pesi e bilancieri, ma non dimenticate che può essere da supporto per qualche esercizio di aerobica.

È molto importante fare un utilizzo corretto della panca al fine di evitare spiacevoli inconvenienti, quindi è consigliabile durante l’esercizio di mantenere la corretta postura di braccia gambe e schiena.

Se siete ancora convinti di procedere all’acquisto bisogna fare prima di tutto quattro conti col portafoglio… Perché? Semplice in commercio ci sono diverse panche multifunzione che consentono di fare addirittura fino a 30 esercizi con un solo attrezzo.

Avete capito bene? 30 esercizi in casa a km zero. Il prezzo delle panche va da 100 euro, per quelle più semplici e può arrivare fino a 2000 euro per un attrezzo professionale. Allora come scegliere? Considerato l’aspetto economico, bisogna tener conto dell’utilizzo che intendete fare, per cui se la vostra idea è di allenarvi ogni tanto forse conviene sceglierne una economica.

Invece per gli appassionati con un po’ di risparmi e una bella smanettata nel web è possibile trovare la panca multifunzione dei sogni ad un prezzo competitivo, realizzando così il sogno di avere in casa una palestra per mantenersi in forma e poter decidere in tutta autonomia le modalità e i tempi di allenamento.

In conclusione, dopo aver letto queste righe vi risulterà più facile procedere all’acquisto della vostra panca, quindi cosa state aspettando?

Cosa devi sapere sulla magnetoterapia

Il cambio di stagione è quel famoso periodo dell’anno in cui iniziano a manifestarsi i classici dolori corporei che impediscono di svolgere con serenità le attività quotidiane.

C’è chi per vivere meglio preferisce ricorrere ai farmaci, altri invece preferiscono affidarsi alla magnetoterapia, utile non solo per piccoli malanni, ma fonte di benefici per il nostro organismo… vediamo perché!

Qualche cenno storico

La magnetoterapia ha origini molto antiche, infatti questa pratica veniva già utilizzata dagli antichi popoli come cinesi, greci ed egiziani. Utilizzata per ridurre i fastidi negli stati infiammatori, nel XIX secolo grazie a Franz Anton Mesmer viene applicata per la cura di patologie sull’uomo.

Questa cura alternativa è sempre stata vista con scetticismo e nonostante le innumerevoli smentite sui suoi effetti, nella seconda metà del Novecento questa tecnica è stata oggetto di studi e di miglioramenti che l’hanno resa una cura ampiamente applicata.

Di cosa si tratta?

Il nome già parla da sé. Il principio alla base di questa scienza consiste nell’utilizzo dei campi magnetici per arrecare benefici negli stati infiammatori. Ma come funziona? Sembra che l’azione dei campi magnetici sulle cellule dovrebbe favorire l’equilibrio e il recupero fisiologico.

La magnetoterapia viene suddivisa in tre classi: magnetoterapia statica, che viene praticata mediante l’apposizione di un magnete sulla zona da trattare; ad alta frequenza e a bassa frequenza, in entrambe le tipologie la tecnica viene praticata mediante l’utilizzo di appositi dispositivi.

Quali sono i benefici derivanti dal suo utilizzo?

È una tecnica non invasiva e sicura, priva di controindicazioni in diverse patologie. Innanzitutto l’utilizzo della magnetoterapia sembrerebbe agire a livello muscolare, osseo, nervoso, circolatorio e articolare.

Alla magnetoterapia vengono attribuite diverse azioni ecco le più comuni: antinfiammatoria, antalgica, antiedematosa, antistress. Le persone che si sono sottoposte a questo tipo di trattamento hanno tratto dei benefici, e oltre all’effetto curativo e analgesico, hanno riscontrato anche effetti estetici.

Principalmente uno dei vantaggi nell’utilizzo della magnetoterapia è il non dover ricorrere ai farmaci, inoltre sembra che l’utilizzo di questa terapia aiuta molto nei processi infiammatori, nel ridurre i tempi di guarigione in caso di frattura, ma sembra anche essere utile in tante altre situazioni.

Da chi può essere utilizzata?

Pur non trattandosi di una vera e propria cura è sempre meglio essere cauti nel suo utilizzo. Generalmente è sconsigliato il trattamento nelle donne in gravidanza, o in soggetti con patologie a livello endocrino, con disturbi ematologici, dermatologici, vascolari e in soggetti affetti da tumore.

Pur essendo ampiamente applicata, non deve essere intesa mai come sostituto delle cure mediche, ma potrebbe essere applicata come supporto a determinate terapie consigliate per la cura della patologia. Inoltre è sconsigliato anche in questo campo il fai da te, al fine di evitare di non ottenere i benefici aspettati.

Ricerca di news di tipo economico

È sempre stato un’esigenza di chiunque, per passione, per professione o per altre necessità, investire in modo sia assiduo che occasionale.

Perciò, se investi una cifra minima per pagarti il tuo viaggio estivo, oppure investire è il tuo lavoro, nel senso che investi i tuoi soldi, o addirittura investi i soldi dei tuoi clienti, hai sempre avuto il problema di essere sempre aggiornato, nel minor tempo possibile, in modo affidabile e se possibile da diverse fonti.

Gli strumenti per informarsi oggi non sono certo un problema, tuttavia, non lo sono neanche per gli altri, ovvero per i tuoi potenziali rivali in questo settore, perciò l’abbondanza di mezzi non deve sicuramente farti adagiare sugli allori.

Una volta

La fonte principale di informazione di tipo economico era la carta stampata, il che vuol dire essere aggiornati con cadenza giornaliera, però in modo sicuramente molto affidabile, se si aveva l’astuzia di scegliere l’editore economico rinomato e professionale.

Al giorno d’oggi gli strumenti sono innumerevoli, quanti? Più di quanti ne possiamo ragionevolmente usare. Dalla sempre affidabile carta stampata, in ogni nazione che si rispetti esistono diverse testate di carattere prettamente economico, molto serie, al di sopra delle parti, e molto affidabili.

Inoltre, nell’era della tv satellitare per tutti esistono molti canali che sono dedicati a questo, come ad altri, tipi di utenza con esigenze specifiche. Di solito questo tipo di news sono a ciclo continuo, ovvero ogni lasso di tempo, molto ma molto ridotto, il telegiornale di tipo economico viene ripetuto con gli ultimi aggiornamenti.

Rappresenta quindi un bel salto di qualità rispetto alla carta stampata, ovvio vero? Internet, infine e le sue innumerevoli, infinite, inesauribili risorse. Lo strumento per la ricerca per eccellenza nel XXI secolo, talmente vasto da indurre in errore, o quantomeno in confusione, chi non lo usa veramente bene.

Cosa possiamo dire, sicuramente il top, cerchi e trovi quello che vuoi, anche le cose, le piccole notizie, che possono acquisire importanza fondamentale, e che in un primo momento sfuggono, per tempo o per spazio, alle case editoriali più blasonate.

Attenzione ovviamente, all’affidabilità delle news che trovate su internet, e non solo di tipo economico, ma di qualsiasi tipo. Potrebbero facilmente indurvi in errore.

L’informazione passa attraverso lo smartphone

Infine, da ultimo, citiamo un compagno inseparabile negli ultimi anni, lo smartphone. Tutte le testate, di ogni tipo, hanno sviluppato applicazioni che concedono, solitamente in modo gratuito a i propri utenti.

Che dire sull’utilità di uno strumento che ti da notizie certe, perché selezionate da professionisti, che te le da in modo immediato, ovunque tu sia, e anche da diverse fonti?

Sicuramente è uno strumento molto apprezzato da chiunque fa di questo settore di nicchia una professione vera e propria, ma anche da chi ha investito un piccolo risparmio e spera di trarne i migliori benefici, da provare!

Come riscaldarsi senza rinunciare al fascino della fiamma

Arriva l’inverno e si ripresenta sempre il famoso problema del riscaldamento. C’è chi decide di utilizzare il tradizionale impianto a legna, chi invece pensa alla soluzione del riscaldamento col gas, chi invece decide di optare per il riscaldamento a pellet o semplicemente ad energia elettrica.

Ci sono tante opzioni ma a volte per questioni logistiche è impossibile optare per un riscaldamento di tipo tradizionale…come fare? Recentemente nel commercio si è affacciata una soluzione che unisce la funzione riscaldante al piacere di godersi una bella serata davanti alla fiamma senza dover pensare all’inquinamento, al fumo e alla sporcizia, vi state chiedendo qual è? Il riscaldamento a bioetanolo.

Di cosa si tratta?

Il camino a bioetanolo è la valida alternativa al classico fuoco. Questi camini sono alimentati a bioetanolo , combustibile liquido totalmente biodegradabile, venduto in comodi flaconi.

La scelta bio è comoda da molti punti di vista, innanzitutto perché dalla combustione del bioetanolo non vengono emessi gas nocivi nell’ambiente, non produce ceneri e in secondo luogo occupa meno spazio rispetto alla legna e non sporca l’ambiente circostante.

Come si installa?

Le altre tipologie di riscaldamento generalmente prevedono per l’installazione un minimo di lavori, se si è in presenza di impianti già esistenti, o addirittura in caso di nuovo impianto è necessario avvalersi di più maestranze per poter rendere utilizzabile l’impianto. Questo succede con gli altri tipi di riscaldamento. Ma non con il bioetanolo.

Perché? Semplice! Non emettendo gas nocivi non necessita di alcun collegamento con l’esterno e nemmeno di alcun tipo di alimentazione diversa dal bioetanolo, eh sì! Pensate bene, non necessita nemmeno dell’energia elettrica. Quindi risulta chiaro che i passi per portare calore pulito in casa sono pochi e semplici.

Basta scegliere il camino in base all’ambiente in cui si intende collocarlo e posizionarlo. Poi per quanto riguarda il suo utilizzo che dire! Semplicissimo… basta inserire il liquido nell’apposito serbatoio e accendere la fiamma e il gioco è fatto.

Quale scegliere?

In commercio esistono svariati tipi di modelli ma ciò che conta è decidere dove collocarlo. Ciò è molto importante perché in base alle dimensioni dell’ambiente da riscaldare è necessario scegliere il camino adeguato, in modo da riscaldare l’ambiente con un tocco di classe e raffinatezza del tutto bio.

La funzione di questi camini non è soltanto quella riscaldante, infatti se si dà un’occhiata vi sono in commercio più tipologie con design e forme che richiamano veri e propri complementi d’arredo. Così con una scelta bio è possibile abbellire la casa, riscaldare un ambiente in tutta comodità senza dover rinunciare alla calda sensazione che offre la fiamma, col vantaggio di avere un ambiente sempre pulito e salubre a costi ridotti e senza troppa fatica… il sogno di tutte le casalinghe insomma!

Capelli sempre lisci e perfetti con la stiratura brasiliana

L’estate è tempo di mare e di relax! Il sogno di molte donne è quello di uscire dalla doccia dopo una lunga giornata trascorsa in spiaggia ed avere capelli perfettamente lisci in pochi semplici passi.

Oggi si può con la stiratura brasiliana! L’innovazione, giunta a noi dal Brasile, è una tecnica non invasiva per i capelli che consente di ottenere capelli lisci mediante il solo utilizzo del phon, addirittura eliminando la lunga e fastidiosa fase della spazzolatura. Sembra quasi un miracolo!! Pochi passi e si ha una lisciatura professionale senza dispendio di tempo ed energie.

Come agisce sui capelli

Quale sarà il segreto che trasforma il sogno in realtà? Il segreto del trattamento di bellezza è il suo ingrediente base, la cheratina, componente naturale, una proteina che nutre idrata e dà lucentezza al capello esaltandone la bellezza.

Questa tecnica è indicata soprattutto in caso di capelli crespi e sfibrati, rovinati da tinte e decolorazioni, molto apprezzato è il suo effetto nutriente e ristrutturante per i capelli rendendo questo trattamento di bellezza unico nel suo genere.

Stiratura brasiliana o tradizionale?

Spesso di fronte ad una nuova tecnica vi è un po’ di diffidenza, ma prima di escludere a priori un trattamento bisogna conoscere il prodotto. Innanzitutto si tratta di una procedura semplice e non invasiva per i capelli.

Rispetto alla nota stiratura chimica, assicura un trattamento discreto e omogeneo senza creare quel tanto odiato stacco tra fusto del capello e ricrescita, creando un effetto durevole ed efficace coccolando delicatamente il capello.

Come si fa?

La cosmetica offre differenti soluzioni, basta pensare che è possibile fare questo trattamento direttamente a casa! Però bisogna anche dire che un trattamento buono ed efficace va effettuato da mani esperte ed in questo caso la scelta del parrucchiere gioca un ruolo fondamentale per la sua riuscita. Pur non essendo in apparenza complicato è vivamente consigliato evitare il fai da te. Il trattamento è costituito da diverse fasi:

Nella prima fase viene effettuato uno shampoo purificante e si procede all’asciugatura al naturale dei capelli e all’applicazione del prodotto su tutta la lunghezza; poi segue la piega con spazzola e phon e la stiratura con piastra lisciante;

La seconda fase è quella in cui verrà applicata una maschera sui capelli per qualche minuto e che poi verrà risciacquata per procedere infine con la messa in piega finale.

Qual è la sua durata?

L’efficacia del trattamento può variare dai due ai quattro mesi a seconda del tipo di capello e della scelta dei prodotti da applicare durante il trattamento, quindi bisogna sempre confidare nei professionisti del settore che da tanti anni si occupano della cura dei capelli, non solo per lavoro, ma soprattutto per passione.